Sorie di pazienti Maria Albanese
65 anni

Domenica Maria

Per me tutto ha avuto inizio verso i 40 anni con una serie di allergie, rinite e naso che gocciolava, 12 mesi l’anno senza pausa. All’inizio pensavo fossero solo raffreddori, prendevo antistaminici ma non funzionavano.

Poi, dopo il test per le allergie, mi hanno dato degli spray da fare 2 volte al giorno ma negli anni la situazione andava sempre peggiorando. Ho Iniziato ad avere anche problemi respiratori, tosse costante, oppressione al petto. Facevo fatica a fare tutto, persino a fare le pulizie di casa.

Dopo quasi 20 anni di questa agonia mi stavo rassegnando, mi era stato detto che avrei dovuto conviverci ma poi due anni fa, dopo una serie di accertamenti più approfonditi, mi hanno finalmente diagnosticato l’Asma Grave.

Grazie al supporto della mia pneumologa sono stata inserita nel programma della terapia biologica. Faccio un trattamento al mese e la mia vita è cambiata, mi sento rinata. Certo, continuo comunque a fare gli spray 2 volte al giorno e prendo una pasticca di antistaminico la sera, ma non avverto più quella sensazione di soffocamento costante che avevo prima. Mi affatico, ma posso gestire la situazione.

Non ho più riniti, raffreddori e bronchiti. Non ho più tosse che prima era costante tutto l’anno, tutto il giorno. E soprattutto ho ripreso a fare volontariato, una passione che ho sempre avuto e che mi fa stare bene, mentalmente e fisicamente.

Come volontaria, lavoro nelle situazioni di emergenza ed è stato brutto non poter correre, salire le scale, non riuscire ad essere di supporto a chi che ne aveva bisogno. Ora invece mi sento di nuovo utile perché posso essere di aiuto agli altri. Sono tornata anche a poter fare i massaggi cardiaci. E tutto questo grazie alla diagnosi giusta.